#estatenerosubianco: un GRAZIE e un ARRIVEDERCI

E così ci siamo salutati: #estatenerosubianco è stata, anche quest’anno, un’avventura elettrizzante. Anche più rispetto all’anno scorso, perché dopo un debutto soddisfacente c’è sempre il timore di non essere all’altezza delle aspettative, anche e soprattutto per il fatto che quest’anno ci siamo voluti dare degli obiettivi più ambiziosi: più appuntamenti, più tematiche, più ospiti nazionali. Addirittura un workshop di scrittura creativa nella settimana dopo Ferragosto! E ci siamo riusciti: voi ci avete dato fiducia e con essa la grinta, la tigna, la cazzimma, il SORRISO.

Adesso che ho disposto davanti a me il ricordo di ogni singola serata, mi rendo conto che l’aspetto fondamentale della stagione che abbiamo appena concluso è stata la serenità con cui siamo stati insieme: negli ultimi venti anni ho assistito a una gran quantità di iniziative avvelenate dai musi lunghi di fronte a problemi di ogni entità, così il mio terrore nell’organizzare il mio ciclo di eventi era quello di trovarmi a lavorare coi nervi tesi allo stremo, una condizione che fa male a chi ce la mette tutta per far andare bene le cose e fa respirare un’aria sgradevole a chi ha solo il desiderio di assistere a qualcosa di bello.
Invece, in questi due anni ho scoperto che si può lavorare in armonia, superare gli imprevisti senza mandare tutto in malora, accogliere i propri ospiti col sorriso malgrado il caldo, la stanchezza, le zanzare e quell’ansietta che, anche se hai fatto tutto a regola d’arte, ti prende comunque prima di ogni serata. E sai perché, nel caso di #estatenerosubianco, è possibile? Perché #estatenerosubianco non è il mio evento, ma è l’evento di una squadra di persone che ci ha creduto dall’inizio e ha voluto mettere insieme le forze per remare tutti nella stessa direzione, con generosità e garbo, usando la propria sensibilità per comunicare in modo costruttivo con gli altri, anche nei momenti in cui qualcosa si inceppava. Ed è diventato l’evento di un gruppo di persone che sono venute a trovarci, sera dopo sera, perché sapevano di poter trovare qualcosa che nutrisse la propria curiosità, contribuendo a loro volta ad alimentare dibattiti e a dare nuovi spunti. Perché questa iniziativa non l’abbiamo messa su per noi, ma per voi, e tutto ciò che si dà, torna sempre indietro.

courtney-hedger-t48eHCSCnds-unsplash

Quindi questo non è il post in cui ringrazio la squadra di lavoro, ma è il post in cui la squadra di lavoro ringrazia tutti voi per aver partecipato a tutti gli incontri, per essere stati presenti col corpo ma anche, e soprattutto, col cuore e colcervello. E ve la riassumo qui, la squadra di lavoro (immaginatela disposta tipo squadra di calcio, perché anche quest’anno abbiamo dimenticato di fare una foto di gruppo degna di questo nome):

  • Massimo, regia e chilometri di “dietro le quinte”, cavi arrotolati e contabilità
  • Marco e Francesco, idee, contatti, promozione e sostegno ininterrotti
  • Giulia e Giacomo, sempre pronti a tutto. E quando dico tutto, dico TUTTO!
  • Cooperativa Fuori Schema, con Leonardo che ci ha sostenuti da subito, Monica e Fabrizio che si sono presi di cura di noi come se fossimo in famiglia, Valentina e Ago
  • Avis Piombino e Croce Rossa Suvereto, con una menzione speciale a Vanessa, che è uno degli incontri più preziosi dell’ultimo anno
  • Alla Corte dei Libri Art Café, con Carla e Dalia che non ci hanno mai fatto mancare libri e amore
  • e ok, io, sempre con quel microfono in mano e la tastiera sotto le dita: ma non l’ho ancora finita la voce? No, non pare. Anche se ho sempre il terrore di rimanere senza, non ho neanche ancora finito le parole!

Un abbraccio particolare lo mandiamo al gruppo Assaggialibri, alle Donne Difettose, a Don Pier Luigi Castelli e alla Tipografia Rossi.

Ci rivediamo ai Giardini Pro Patria il prossimo anno, con la stessa grinta, anche di più. Nel frattempo torniamo a quello che facciamo di solito: i corsi di scrittura creativa in aula, quelli on-line (che non si sono mai interrotti, a dire la verità), i workshop e i sogni grandiosi.

Questa settimana ci saranno più post del solito qui sul blog, perché dobbiamo parlarti di cosa succederà nel prossimo mese, ma piano piano torniamo alla programmazione consueta: i post a tema, con i consigli di lettura e tutto ciò che riguarda il mondo dei libri, riprenderanno a uscire di venerdì, in modo da traghettarti verso il fine settimana con tante cose belle da leggere, mentre il lunedì è il giorno in cui avrai notizie sulle iniziative dell’associazione. Non dimenticarti che gli iscritti alla newsletter ricevono sempre le notizie più succose per primi, quindi se non sei ancora a bordo non ti resta che salire, iscrivendoti gratuitamente qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.