Estate 2020: ecco cosa succederà a Piombino

Ciao, e buona estate! Mentre navigavamo a vista in una primavera di certo senza precedenti, a un certo punto ci siamo messi in stand-by, qui sul blog e sui social network: la grande quantità di informazioni, contenuti, dirette e post che ci raggiungevano ogni giorno ci avevano provocato una specie di indigestione, così ci siamo messi un po’ a dieta per cercare di riconciliarci con le nostre idee, i nostri progetti, le nostre missioni. Perché non è che si debba sempre esserci. A volte va bene mettersi in un angolo e affrontare il rischio di essere dimenticati.
Quando è stato il momento, poi, abbiamo iniziato a mettere a fuoco gli eventi estivi, cercando di capire come muoversi per rispettare le normative in atto, come ripartire senza esagerare. Di cosa avranno voglia le persone? Probabilmente di ciò di cui abbiamo bisogno noi: di stare insieme alle conoscenze vecchie e nuove, di ascoltare, di confrontarci, di bere il Moscow Mule davanti al mare. Quando Leonardo della cooperativa Fuori Schema ci ha comunicato di avere elaborato il modo di stare in sicurezza ai giardini Pro Patria, abbiamo fissato le date, riempito gli spazi… e ora eccola qui, la terza edizione di #estatenerosubianco:

#estatenerosubianco_locandina

Rispetto alle altre edizioni, c’è qualcosa di nuovo e qualcosa che manca: abbiamo messo in calendario un numero inferiore di incontri (6 serate concentrate tra luglio e agosto), ridotto la distanza chilometrica degli ospiti esterni, ma non abbiamo la festa di fine anno scolastico, perché il nostro anno scolastico non si è concluso (solo il secondo anno a Suvereto è arrivato in fondo… bravi Alessandro e Valeria!), né la presentazione dell’antologia, perché anche questo progetto è rimasto in sospeso.

Al nostro fianco sono rimasti i meravigliosi Marco Del Colombo e Francesco Montagnani, e come sempre gli incontri, a ingresso gratuito, inizieranno alle 21.30. Quest’anno le sedie saranno ben distanziate e non sarà possibile organizzare il buffet per l’aperitivo vista mare, ma il chiosco della cooperativa Fuori Schema servirà comunque cene, spuntini e bibite prima, durante e dopo gli eventi.

Diamo una sbirciata al calendario?

Si parte giovedì 2 luglio, con la Maratona Strega: mentre a Roma sarà in corso la finale del premio Strega, a Piombino i sei lettori adottivi (quest’anno sono Marco, Erica, Vanessa, Beatrice, Valentina e Irene) presenteranno al pubblico i libri della sestina e tutti i presenti voteranno il proprio vincitore.

Giovedì 13 luglio viene a trovarci Veronica Galletta, fresca di pubblicazione per l’editore Gaffi – Italo Svevo del suo romanzo “Le isole di Norman”, già finalista al premio Calvino, che si è appena aggiudicato il premio Campiello Opera Prima; scommetti che avrà molte cose interessanti da raccontarci sulla scrittura e sugli esordi?

Giovedì 23 luglio, dato che tre organizzatori su quattro sono insegnanti, vi parleremo della nostra ossessione: la scuola! Ma ne parleremo in uno dei nostri soliti, amati percorsi di lettura e approfondimento sui testi che offrono spunti sulla scuola, considerata sia dal punto di vista dello studente che dell’insegnante.

Giovedì 6 agosto è di nuovo il momento di giocare e votare: in una serata impostata come un torneo ci sarà una sfida all’ultimo sangue, a colpi di quiz e citazioni, e sarà il pubblico a decretare il vincitore.

Dopo la solita pausa di Ferragosto, giovedì 20 agosto i protagonisti saranno lo sport e la figura degli sportivi più affascinanti tratteggiati nella narrativa e non solo: quest’anno siamo rimasti a bocca asciutta con i maggiori eventi sportivi che sono stati rimandati… ma noi la competizione ce l’abbiamo nel sangue!

Ci saluteremo, poco prima che finisca agosto, con la visita di Vera Gheno, che è una sociolinguista, docente universitaria e traduttrice che nel suo lavoro non fa che evidenziare il nesso strettissimo tra la lingua che usiamo e la società che abitiamo: l’incontro di giovedì 27 agosto si chiama “Parole contro la paura”, dal titolo della sua ultima pubblicazione per Longanesi, ma non ci limiteremo a una presentazione del libro, perché Vera è una persona che passa la vita a parlare di parole, delle parole giuste, delle parole più adatte, e di sicuro ascoltarla e confrontarci con lei sarà il coronamento del nostro impegno di quest’anno verso una comunicazione onesta. Se non la conosci ancora, innamorati di lei con questa intervista

Durante le serate di #estatenerosubianco continuerà a esserci la mini-libreria ambulante a cura di Alla Corte dei Libri – Art Café, con i testi presentati durante la manifestazione e una selezione di libri e gadget a tema, l’angolo AVIS Piombino e la benedizione di Croce Rossa Suvereto. Quest’anno abbiamo anche il patrocinio del comune di Piombino: sarà l’ennesima scusa per brindare?

Infine, un cosa che non facciamo da anni: UN CORSO ESTIVO! Non è la conclusione dei corsi che abbiamo interrotto, non è l’inizio dei corsi del prossimo anno: è una cosa a sé. Si chiama “Ciò che si intravede” ed è un ciclo di 6 lezioni teorico-pratiche sul racconto che si terranno ai Giardini Pro Patria nelle stesse date degli incontri, dalle 18.00 alle 20.00. Per seguire le lezioni occorre essere soci di Progetto Nero su Bianco (ti puoi tesserare anche sul momento, al costo di 10,00€), e puoi decidere di seguirne (e pagarne) anche solo alcune date. Se hai domande, scrivici (info@progettonerosubianco.it) o chiamaci: Irene (347.9400430), Massimo (338.7698652)

E poi c’è un’altra cosa, dedicata ai più piccoli:

La fiaba che trasforma

Da giovedì 25 giugno, sempre ai Giardini Pro Patria, inizia una nuova avventura: il progetto “La fiaba che trasforma”, una serie di incontri condotti da Benedetta Bernardini, counselor e mediatrice familiare, e dalla sottoscritta, in cui bambini e genitori potranno creare uno spazio di comunicazione, relazione e soluzione attraverso la lettura e la scrittura di fiabe.

Lo scopo è quello di aiutare le famiglie a elaborare la grande quantità di emozioni, anche molto contrastanti tra loro, che sono emerse durante il periodo della pandemia, e la fiaba, con i suoi elementi simbolici, è lo strumento ideale perché fornisce una chiave d’accesso privilegiata all’interiorità dei più piccoli, ed è in grado di muoversi verso la risoluzione dei conflitti.

Ogni incontro, della durata di 3 ore ciascuno, inizierà con la lettura di una fiaba e con la riflessione sulla struttura di questo tipo di narrazione, dopodiché i bambini riceveranno degli stimoli per poter scrivere insieme ai genitori il loro racconto del periodo della pandemia, che verrà letto e commentato al termine del tempo previsto per l’attività.

Gli incontri, con il sostegno dell’assessorato alla cultura del comune di Piombino, sono gratuiti e su prenotazione, per garantire a ogni gruppo (massimo 5 bambini accompagnati da un adulto a testa) il rispetto delle norme anti-Covid; si svolgeranno ogni giovedì dal 25 giugno al 27 agosto dalle 9.30 alle 12.30; in contemporanea ci saranno i campi estivi di Prendi l’Arte e Mettila Ovunque, con cui conviveremo a distanza di sicurezza, e il chiosco del Pro Patria sarà aperto per rinfrescarsi e rifocillarsi.

È consigliabile che ogni famiglia porti con sé un quaderno, penne, pennarelli o matite colorate e plaid o tappetini e cuscini per mettersi a sedere sotto il gazebo.

Per informazioni e prenotazioni puoi scrivermi (info@progettonerosubianco.it) o chiamarmi (347 940 0430) oppure metterti in contatto con Benedetta (benedetta.bernardini@hotmail.com – 348 191 1447)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.